internet governance talk at CNR, Pisa, June 6

[Italian below]
On the 6th of June, I will give a talk on internet governance at the Institute for Telematics and Information of the Italian National Research Council (CNR) in Pisa. In a dialogue with Stefano Trumpy (President of ISOC Italy and CNR IIT associate), I will explore the variable institutional geometry of internet governance (including recent developments such as the IANA transition and NETmundial), trying to understand causes and consequences, and focusing on civil society's and Italy's roles in the international debate.

"Governance della rete - Come cambiano i massimi sistemi di Internet”
Sede: PIsa CNR IIT Via Moruzzi, 1 - Edif. B Aula A32
Data: Venerdì 6 giugno ore 15:00
Descrizione: Il 2014 si sta rapidamente configurando come un anno cruciale per la gestione globale della rete. Paradossalmente, non c’è mai stata cosi tanta confusione sulla questione: il dibattito sul controllo tecnico e politico di Internet evolve a una velocità mai vista prima, mentre contendenti vecchi e nuovi si affacciano sulla scena. Gli ultimi dodici mesi sono stati testimoni di un’attività febbrile che ha visto nuovi spazi di discussione emergere (per esempio, NETmundial in Brasile), ma anche l’atteso annuncio da parte del Department of Commerce degli Stati Uniti del passaggio di consegne di funzioni chiave nella gestione del sistema dei domini. A giugno il cosiddetto WSIS+10 farà il punto a dieci anni dalla conclusione del Summit Mondiale della Società dell’Informazione, mentre il Forum Economico Mondiale in collaborazione con l’Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN) ha commissionato a un panel di super esperti un report sulla cooperazione globale nella governance di internet. L’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni continua ad avere malcelati interessi a giocare un ruolo maggiore nella gestione della rete, mentre la comunità internazionale guarda con rinnovato interesse all’Internet Governance Forum. Il seminario esplorerà questa geometria istituzionale variabile, cercando di capirne cause e conseguenze, e focalizzandosi sul ruolo della società civile e dell’Italia nel dibattito internazionale.